Quando partorirai

Quando partorirai,
il dolore soffocherà
la tua vista,
e, nella nebbia dei
pensieri,
tra le carni lacerate
ed il pianto d’un piccino,
accecato da una luce,
a lui oscura.

Forse, ricorderai il mio viso,
o l’accenno di un mio
spento o festoso sorriso,
forse scorreranno,
come foglie secche
sull’acqua del fiume,
immagini di me,
del mio futile desiderio
di dividere con te,
un tale prodigioso momento,

Forse, una voce lontana,
o un azzurro bagliore
riflesso nelle lenti
di qualche uomo
di verde vestito
ti rammenteranno quanto,
nello sconsolato tentativo
ed inutile gioco della vita,
la mia, sia stata così poco
a te, assortita.

E se, si sciolsero i nodi,
e le catene cadendo
ruppero l’incantesimo,
non fu per colpa
di un amore mio perduto,
tanto vuota può sembrare,
adesso, l’esperienza
con te vissuta

ma per quel pianto,
ed il dolore che saranno
l’annuncio d’un sorriso
ed un morbido abbraccio.

Come se io non fossi
mai esistito.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s